Gennaio 2019
01 02 03 04 05 06
07 08 09 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

English lessons in Turin!

English lessons in Turin!

Video sul Piemonte:

Uno sguardo sui contenuti del portale Turin-Piemont, sempre in aggiornamento!
Sacra di San Michele - Avigliana (To) - shot with DRONE by SkyEye
Ponte del Diavolo (Lanzo T.se) - shot with DRONE by SkyEye
Palazzina reale di caccia - Stupinigi (To) - shot with DRONE by SkyEye
The World comes to Torino
PIEMONTE - Opera Unica

Immagini random:

Menu vari
Luce di Torino
Tram storico
Sacra Sindone
Affreschi
Valle di Susa
Turet
Piazza Castello
Langhe
Linghotto FIAT
Sinfonia di neve
Messa ortodossa al Duomo di Torino
http://www.primacertificate.com

Post 10-12 di 28 | Pagina 1 2 3 4 5   

01-01.jpg

L'evento motociclistico che mi ha colpito di più, sin dall'inizio e per sempre, fu la benedizione sul Colle Don Bosco, nei dintorni di Torino, impartita per migliaia di motociclisti radunatosi per questo evento molto atteso e speciale. La prima volta nella mia vita mi sono sentita molto fiera e commossa perché facevo una parte integrante di questo mondo molto affascinante delle moto ruggenti di varie marche e tipi dove sono tutti uniti dalla stessa passione!

Sapete che noi, motociclisti, ci salutiamo per la strada quando siamo in giro in sella alle nostre moto?! L'aria inebriante della libertà e lo spirito della fratellanza!

Come potete immaginare, non si può viaggiare a lungo sulla stessa moto (secondo il parere maschile!) perché la moda cambia, i nuovi modelli non tardano ad arrivare per tentare gli appassionati della moto con le potenze più elevate e le tecnologie avanzate.

La prima nostra moto era talmente vibrante che sentivo spostarsi la mia anima nelle visceri del mio corpo e la mia testa vibrava insieme alla moto. Al ritorno a casa l'unica salvezza era il bagno caldo con un chilo di sale marino per ristabilire l'equilibrio del corpo e della mente vibranti!Senza dimenticare delle piogge prese, un paio di volte, quando ho dovuto fare da "tergicristallo" al casco di mio marito perché non si vedeva nulla e rischiavamo di cadere sulla strada. In questi casi mi sono sentita anche come una rana-viaggiatrice perché eravamo inzuppati fino all'anima!!!

Dopo alcuni anni passati con il nostro "primogenito" e avendo saziato tutto il nostro essere con le vibrazioni, abbiamo deciso di cambiare la moto, optando per la Suzuki Freewind (650 cm³) che era molto più confortevole. Una cosa che non sopporto quando mio marito (dopo il viaggio relativamente lento, secondo lui!) comincia a fare girare il motore sulla tangenziale e in rettilineo parte, per alcuni minuti, con la velocità elevata dalla quale la mia testa va inevitabilmente indietro e rischia di staccarsi dal collo (sono le mie sensazioni)! Al che la mia bocca parte con una raffica di urli pazzeschi e le mie gambe mandano forti segnali al marito che si diverte un sacco! Hai voluto la biciletta – adesso pedala…

Suzuki Freewind Suzuki Gladius

Poi anche questa moto, dopo lunghi anni, ha chiesto il cambiamento del proprietario (anche loro si stufano di noi!) e mio marito ha drizzato le antenne per cercare qualche cosa di nuovo. I mariti sono come bambini – hanno bisogno di un nuovo giocattolo! Questa volta la scelta fu per la moto stradale Suzuki Gladius (650 cm³), con le gomme lisce, per i viaggi sulle autostrade, a velocità elevata di cui avevo sempre il terrore quando vedevo sfrecciare le altre moto. Abbiamo viaggiato bene, in modo confortevole e veloce, ma non era il nostro tipo perché noi siamo montanari e in montagna non tutte le strade sono asfaltate. Per chi non conosce la differenza – le gomme lisce non sono adatte per questo tipo di strade e ci sono più probabilità di cadere con la moto stessa. Una volta ho avuto questo "piacere" e non lo consiglio a nessuno, credetemi!

Però, nel frattempo, mio marito coltivava un desiderio nascosto leggendo ogni sera i vari cataloghi delle moto puntando su una moto enduro, di nuovo, più potente e del marchio prestigioso – Triumph Tiger 800 (800 cm³)! A me è toccato l'onore di scegliere il colore del nostro nuovo compagno. Ho scelto il bianco, il mio colore preferito, perché eravamo gia' stati rossi, azzurri perlati, bianco-azzurri. Quando ci siamo recati al salone dove si trovava in vendita il nostro Gladius, l'ho salutato cordialmente augurandogli nuovo buono proprietario!

zoia.12 393.JPG

Adesso dovevo prepararmi all'incontro con il nostro nuovo "cavallo di ferro", fedele amico, che era fissato circa un mese fa. Vi prego, non ridete di me, ma quando l'ho visto la prima volta, mi sono emozionata e non ho potuto trattenermi e gli ho dato un bacio sul serbatoio, presentandomi come si deve!!! Quando mi sono messa in sella al nostro nuovo amico, mi sono sentita in cima al mondo - è più alto di tutti suoi predecessori, più robusto e sicuro. Si viaggia molto, ma molto meglio, senza alcun segno di vibrazione. Ho il mio nuovo bauletto con schienale (tutte le comodità), posso tranquillamente girare la mia testa a 360°, come sempre, e dare le indicazioni a mio marito visto che sono il suo navigatore personale!

Noi, russi, siamo famosi (per quelli che non sanno!) per la passione antica - correre velocemente sulla "troika" di cavalli, sfidando il vento. Ed io qui, in Italia, ho imparato ad amare correre su due ruote, il nostro "cavalo di ferro", sfidando il vento. Vuol dire che i geni non si smentiscono e si fanno vivi al momento opportuno. Per questa ragione propongo ai motociclisti russi le gite in Piemonte in sella alla moto che si può noleggiare, con tutte le attrezzature necessarie, e andare sulle strade di alta montagna per ammirare tutte le bellezze sotto le nuvole, mangiando le cose buone (rigorosamente piemontesi) e al ritorno - annaffiare la gita da favola con i migliori vini piemontesi onde evitare le sorprese poco gradite a tutti!

Vi terrò al corrente delle mie gite motociclistiche perché porto sempre con me la macchina fotografica (faccio le foto alle mucche che attraversano la strada in montagna!) e vado alle sagre, fiere per conoscere sempre meglio la terra che da 21 anni è diventata la mia casa, il PIEMONTE!

Vostro corrispondente motociclista Zoia Sourovtseva.

[ ] [ ]

 

P7240040.JPG P7240041.JPG

Dedico questi fiori che crescono a 2.862 s.l.m., sul Col de la Bonette (Francia), la strada più alta d'Europa, a tutte le donne per fare vedere che nulla ostacola il cammino e il raggiungimento del proprio obbiettivo se si lotta seriamente e non per finta!

P7240031.jpg


TUTTE

(Giovanni De Mauro, Settimana internazionale, n.874, 2010)


Zoia Sourovtseva


Buona festa a tutte le donne del mondo!

[ ] [ ]

 

Finalmente, ci siamo! L'anno 2012 è stato accolto da tutti con grandissimi festeggiamenti e adesso sta entrando, con pieno diritto, nella sua quotidianità, colma di impegni, soprese e tante novità.

Volete sapere la sorpresa più grande dell'inizio dell'anno?! Torino è la seconda città turistica dopo la capitale, Roma!

WOW, ebbene si! Ce l'abbiamo fatta! Mica una roba da poco! Non scherziamo! Cosa volete di più dalla vita, cari Torinesi?!
Mi verrebbe da dire: un bicerin, se mi permettete! Ma io, personalmente, sono più da Barolo o Barbaresco…

Scherzi a parte, è un gran risultato per la città che tanti ancora snobbano, soprattutto gli stessi italiani e, ancora peggio, gli stessi Torinesi! Meno male che gli stranieri si sono accorti dello splendore della prima capitale d'Italia e hanno cominciato a visitarla in modo più assiduo ed approfondito. Tra questi sono tanti che parlano la mia lingua madre, russa, perché provengono dalle repubbliche dell'ex Unione Sovietica. Hanno scoperto Torino grazie agli sci alpini! E non solo…

Meno male che l'aeroporto di Caselle ha facilitato il loro arrivo anche nelle altre stagioni introducendo i voli regolari da Mosca 3 volte alla settimana visto che prima dovevano (per forza!) passare via Milano o Francoforte o Parigi o Zurigo! Speriamo che faranno anche delle altre rotte dalla Russia per accrescere il flusso dei turisti russi.

I Torinesi guardano un pò meravigliati e storditi queste folle di turisti che passano sotto i loro portici perché ogni volta che parlo russo davanti ad un gruppo assai folto mi guardano stupiti non capendo la lingua. Chi poteva mai immaginare (prima del 2006) che Torino si trasformerà da un "brutto anatroccolo" del turismo italiano in un splendido cigno con il primato del genere!

Dovete essere fieri ed orgogliosi della vostra città come lo sono io, la vostra guida turistica di origine russa, cittadina delle due Patrie!

Scrivo queste cose perché ci sono tanti Torinesi che non sanno nulla dei loro tesori. Conosco delle persone (brave, colte e simpatiche!) che non hanno mai aperto la porta della chiesa di San Lorenzo (anche se passano davanti da una vita andando a lavorare!), non sono mai saliti sulla Mole Antonelliana e non si sono degnati di andare alla Sacra di San Michele senza parlare poi della Corona di Delizie e tante altre bellezze racchiuse nello scrigno piemontese!

Voglio stuzzicarvi, voglio provocarvi (sono un tantino perfida!), voglio suscitare la vostra curiosità fanciullesca per spingervi a vedere e guardare Torino con gli occhi dei turisti stranieri che rimangono abbagliati da tutto ciò che scoprono.

Tutti gli italiani vanno all'estero, soprattutto in Francia che si trova dietro le Alpi. Ma forse non sanno che Torino è l'unica città d'Italia che viene definita "piccola Parigi" o "Parigi italiana"! Per cui mentre state preparando le valigie per andare in Francia, fate una capatina a Torino (un intermezzo torinese!), andate in giro sotto i nostri portici e sulle piazze (con il naso in su!), gustate il famoso "bicerin" (in Francia non c'è!), passate una serata o un pranzo al ristorante Bastian Contrario con 69 antipasti (!!!) e poi proseguite il vostro viaggio per Parigi!

Visto che tante persone che vengono a Torino non sanno come muoversi, dove mangiare, quali musei visitare e tante altre cose utili ai turisti, mi sono permessa di creare un piccolo vademecum con le indicazioni pratiche a tal riguardo.

Nella parte superiore della pagina si trova un nuovo pulsante con i miei consigli per un soggiorno molto piacevole e rilassante a Torino!

Torino – Parigi italiana

[ ] [ ]

 

Post 10-12 di 28 | Pagina 1 2 3 4 5   

 

e digitate nel riquadro bianco la terza cifra da destra e la quarta cifra da sinistra di questo codice:

d02d47b
picture
close